La pista Zabaleta trova conferme. È lui il primo obiettivo di Sabatini per la fascia destra. Operazione non facile perché per avere il via libera da parte del Manchester City serve che Lichtsteiner trovi l’accordo con la nuova squadra di Guardiola. Ma la Roma è sull’argentino e attende a fari spenti che l’effetto domino possa completarsi: Dani Alves alla Juve, Lichtsteiner in Premier e Zabaleta pronto ad approdare in Italia (piace anche all’Inter). Il calciatore, in scadenza di contratto il prossimo anno, ha aperto alla soluzione giallorossa che tuttavia non può non cautelarsi con delle alternative. E tra queste figura certamente il profilo di Caceres che attende soltanto il via libera da Trigoria. Ma le possibilità non finiscono qui: Widmer, Ansaldi e la new entry Sidibe del Lille sono calciatori che il ds continua a monitorare nel caso saltasse la prima scelta. Diverso il discorso per Van der Wiel che sembra essere destinato al Fenerbahce. Un mercato, quello inglese, che la Roma come conferma l’interesse per Zabaleta – ha dimostrato negli ultimi 5 anni di sondare in continuazione.

PROBLEMA NUMERO 1 – Inizialmente per cedere (Riise, Pizarro, Borriello, Borini, Lamela, Osvaldo, Stekelenburg e poi ultimamente Holebas, Ibarbo, Doumbia e Iturbe). Con il trascorrere delle stagioni, Sabatini ha però anche acquistato riuscendo a portare a Roma diversi calciatori: Maicon, Gervinho, Cole, Yanga Mbiwa, Dzeko e Szczesny. Proprio il portiere polacco è l’altro obiettivo stagionale. Ieri la stampa inglese rimarcava alcune difficoltà nell’operazione per il rinnovo del prestito con l’Arsenal. In realtà a Trigoria, forti della volontà del portiere, hanno la situazione sotto controllo. E proprio in virtù di questo, d’accordo con il calciatore, è stato deciso di rimandare l’affondo decisivo al termine degli Europei quando il polacco, di rientro dalla Francia, ha già in agenda un colloquio con la dirigenza. Wojciech, richiesto espressamente da Spalletti, ha deciso di restare ancora un anno a Roma. E visto che il club è disponibile a pagargli l’ingaggio (rispetto alla passata stagione quando venivano elargiti soltanto 2,5 milioni lordi) un punto d’incontro con l’Arsenal verrà trovato. Ma prima di fare la sua parte con i Gunners, Szczesny vuole chiarezza dalla Roma. In primis chiarendo dall’inizio ad Alisson (che invece non perde occasione per ribadire di arrivare nella Capitale per giocare) quali sono le gerarchie. E poi, come già dichiarato più volte, ribadirà la richiesta di essere allenato dal preparatore dei portieri Nanni che invece il duo Sabatini-Massara vuole cambiare.

PRONTO RINNOVO PER MANOLAS – Capitolo De Sanctis: l’abruzzese continua ad essere corteggiato da diverse società. Al Pescara, si sono aggiunti il Verona (ma Morgan è restio a scendere di categoria), il Palermo e il neo promosso Crotone. In Grecia si è fatto avanti anche il Panathinaikos del tandem Stramaccioni-Muzzi. E a proposito di greci, pronto il rinnovo per Manolas. Quando il difensore tornerà dalle vacanze prolungherà l’intesa con la Roma con annesso l’adeguamento contrattuale tanto atteso e preteso. Rush finale invece per El Shaarawy: a Trigoria sono convinti di riuscire a riscattarlo entro domani. Invece già totalmente giallorosso è Gyomber: al Catania 1,5 milioni. Per Doumbia sondaggio del Basilea. Paredes richiesto dalla Sampdoria. Torino vicino al doppio colpo Ljajic-Iago Falque.

(Il Messaggero – S. Carina)

FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SCARICA L'APP DI ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID