Muscoli fragili e caso Pastore: l’infermeria è da record

149
Nicolò Zaniolo

NOTIZIE AS ROMA – La Roma in questa stagione ha avuto troppi infortuni. Così tanti da far tuonare dagli Stati Uniti anche il presidente Pallotta, che meno di un mese fa, tanti di quelli li ha definiti sinteticamente così: “Stupidi”. I giocatori “caduti” durante la stagione – con patologie più o meno lievi – sono venti, ed ovviamente non abbiamo considerato tutti quelli che sono rimasti vittima di eventi traumatici. Insomma, abbiamo esaminato solo gli infortuni muscolari che, tra diversificazioni e ricadute sono arrivati ad essere 39.

Su Roma Tv si è potuto sentire Ranieri durante l’allenamento: “Se farne di più o di meno, vedetelo voi. Dovete ascoltare il vostro corpo, parlarci, lui vi dirà cosa fare e come”. Come dire, sappiate autoregolarvi e le cose miglioreranno. Secondo quanto si evince dai dati, sono stati flessori, bicipiti femorali e polpacci i muscoli più colpiti dagli infortuni. Certo, per molti dei giallorossi – il caso più emblematico è quello di Pastore – è quello di patologie pregresse che a volte hanno avuto un riacutizzarsi. La Roma ha provato a fare di tutto, anche ad appoggiarsi alla clinica Corachan di Barcellona, specializzata anche in recuperi più veloci del consueto per gli infortuni muscolari.

C’è chi dice che Di Francesco abbia pagato anche per questo (nonostante in realtà siano stati i risultati a essere il vero discrimine). Una cosa però è sicura: proprio per via degli infortuni nella scorsa settimana sono stati sollevati dagli incarichi il medico e il responsabile dei fisioterapisti, Del Vescovo e Stefanini. In attesa di individuare nuove figure, la parte medica ora è appannaggio di Andrea Causarano e Vincenzo Costa.

(Gazzetta dello Sport)

APP ROMAGIALLOROSSA.IT PER APPLE
APP ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID

© RIPRODUZIONE RISERVATA