Kostas Manolas

ALISSON 6: Incolpevole sul gol subito dalla Roma, ma durante tutta la partita non viene mai impegnato seriamente. Non avrebbe potuto nulla sul colpo di testa di Ndlovu, che se fosse stato più preciso avrebbe reso nera la serata giallorossa.

MANOLAS 6,5: Segna il gol che sblocca la partita al sesto minuto, dando l’impressione che per la Roma sarebbe stata una passeggiata la trasferta a Baku. Invece è costretto a molte chiusure difensive a causa dei moltissimi errori commessi dal centrocampo giallorosso. Molti dei suoi interventi sono fondamentali e riesce, quasi da solo, a tenere in piedi la difesa della Roma

JUAN JESUS 5: Impalpabile. Una prestazione sottotono quella di Juan Jesus che rischia in più occasioni di favorire occasioni da gol al Qarabag, costringendo agli straordinari il suo compagno di reparto Manolas. Nel secondo tempo, con il calo generale della Roma, riesce a chiudere in un paio di occasioni gli attacchi avversari, ma non riesce a contrastare Ndlovu sull’occasione più importante dei padroni di casa.

BRUNO PERES 5,5: Partita difficile quella di Bruno Peres che non riesce a dare costanza al suo gioco offensivo, se non nell’occasione parata da Sehic a metà del secondo tempo. La sua difesa ha ancora delle lacune, ma si vedono miglioramenti dalle prime partite dell’ex Torino in maglia giallorossa.

KOLAROV 6: Partita “umana” quella del serbo, che accusa un calo fisico dovuto, molto probabilmente, al suo impegno in tutte le partite della Roma. Non riesce quindi a ripetere le prestazioni mostruose viste ultimamente, ma riesce comunque a dire la sua durante la partita, impegnato Sehic in varie occasioni

GONALONS 4: Inizia bene la partita, poi al 30’ l’errore che lo mette in crisi: perde palla al limite dell’area favorendo l’azione del gol dei padroni di casa. Non tanto l’errore, che può capitare, quanto il crollo nella prestazione una volta commesso, un calo mentale che non è ammissibile da un giocatore esperto come Gonalons.

PELLEGRINI 6,5: Il migliore del centrocampo romanista in una serata molto difficile. Suo è l’assist per il gol di Manolas e soprattutto detta i ritmi dell’attacco. Combatte come un leone per tutta la partita cercando di contrastare i tentativi avversari, mettendo una grande grinta in campo. Grinta che è mancata ai suoi compagni di reparto.

NAINGGOLAN 5: Prestazione invisibile quella di Nainggolan che per tutti i 90 minuti non riesce mai ad essere pericoloso in attacco, oltre a non dare il solito apporto difensivo.

DEFREL 6: Ritorna tra i titolari e condisce la sua prestazione con l’assist per il 2-0 e con un gol fallito clamorosamente. La solita prestazione di Defrel che svolge perfettamente il compito assegnatogli da Di Francesco, aiutando molto il centrocampo e provando le ripartenze. Se fosse arrivato il gol, che avrebbe chiuso la partita, il suo voto sarebbe stato senza dubbio più alto.

EL SHAARAWY 6: Fraseggia bene con Dzeko e con Defrel ma gli manca la continuità e l’incisività sotto porta. Non riesce a bissare la prestazione di sabato scorso, ma nonostante questo prova, nel momento di difficoltà della Roma, a dare brio e velocità all’attacco giallorosso. Sfortunatamente senza successo

DZEKO 6,5: Altra partita, altro gol. La sua serie di gol non si ferma più e anche in questo mercoledì di Champions “timbra il cartellino”, grazie alla sua fisicità ed intelligenza calcistica. Dopo il gol, però, si spegne, non tanto per colpa sua quanto per l’assenza di passaggi dei compagni. Nel secondo tempo rimane troppo isolato davanti e non riesce a far salire i compagni.

Subentrati

FLORENZI 6: Mette in campo tutto il cuore che ha, correndo in attacco ed in difesa e lottando su ogni pallone, con tutto che ancora la forma fisica non è ancora ai livelli pre-infortunio.

DE ROSSI 6: Riesce nel compito che era richiesto a Gonalons riportando l’ordine nella mediana giallorossa.

STROOTMAN S.V.: Messo in campo negli ultimi 9 minuti per dare sostanza e fiato al centrocampo romanista, ma la cosa non gli riesce perdendo due palloni nella sua breve partita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA