La questura di Roma ha chiesto all’osservatorio nazionale sulla sicurezza delle manifestazioni sportive di attivarsi per anticipare alle 12.30 lo svolgimento del derby di calcio previsto nella capitale il 4 dicembre, data in cui è in programma il referendum costituzionale. La motivazione della richiesta (che peraltro non viene considerata “ultimativa”) è di mantenere in orario diurno sia l’afflusso sia il deflusso degli spettatori in una giornata di grande impegno per le forze di polizia.

Da parte dei due club nessuna reazione. Non esiste infatti ancora una richiesta ufficiale da formalizzare alle società, ma solo quella della Questura all’Osservatorio. A quanto trapela, sia Roma che Lazio stanno lavorando affinché il calcio d’inizio della stracittadina resti quello previsto delle ore 15, in modo da non perdere ulteriore afflusso di pubblico.

(ANSA)

© RIPRODUZIONE RISERVATA