Marco Violi

NOTIZIE AS ROMA MARCO VIOLI – Marco Violi, editore e direttore di Romagiallorossa.it, vuole tranquillizzare tutti sul suo stato di salute. Queste le sue dichiarazioni:

Marco, purtroppo sei stato ricoverato in una clinica privata a causa degli attacchi ricevuti in nottata via e-mail. Come stai ora?

“Sto meglio, anche se molto stanco e provato. Questa mattina mi sono recato alla Polizia Postale che mi ha fornito i dati di Marco Lluci, la persona che mi ha insultato e diffamato sia per mail che sul sito lasciando un lungo commento. Sappiamo che vive a Bracciano e che verrà sentito molto presto dalle autorità competenti per spiegare il suo comportamento. Trovo inaccettabile che per il calcio si arrivi a tanta rabbia. Evidentemente è un ragazzo frustrato. Pensavo fosse un uomo di una certa età, invece è solo un ragazzino”.

Cosa senti di dirgli?

“A lui niente, chiedo invece ai genitori di seguire questo ragazzo che è in palese difficoltà a relazionarsi con le persone. Ha troppa rabbia dentro. Forse un consiglio che gli posso dare è quello di incanalare questa sua rabbia per il calcio, totalmente ingiustificata perchè il pallone è divertimento e passione, per studiare e raggiungere ottimi risultati a livello scolastico. Questo sì che sarebbe una bella dimostrazione di maturità. Per il resto dovrà spiegare molte cose al giudice perchè non mollo assolutamente la presa. Deve pagare per quello che ha fatto”.

Quando ti rivedremo a gestire in prima persona Romagiallorossa.it e quando ti risentiremo in radio?

“Spero presto, aspetto l’ok dei medici per uscire. Non voglio stare in ospedale. Se starò meglio, sarò sul pezzo già da domani. Io incasso, poi ci sto male, ma reagisco contro un leone. Evidentemente questo Marco Lluci vorrebbe essere come me ma non ci riesce. Gli consiglio di studiare, perchè anche da come scrive noto parecchie carenze grammaticali. Studiare, studiare, studiare. Questo mi sento di dirgli. E’ un peccato per un ragazzo della sua età leggere certi sfondoni grammaticali. La famiglia lo segua di più anche sotto questo aspetto”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA