Maria Sensi, guerriera e chioccia di un calcio scomparso

192
CONDIVIDI
Maria Sensi

MORTE MARIA SENSI – Ci piace ricordarla così, un po’ chioccia e un po’ guerriera. Maria Sensi è stata il simbolo di quella Roma più vicina a Campo Testaccio che alle scrivanie lucenti degli uffici bostoniani. Il modo in cui, se occorreva, provava a placare con dolcezza l’eloquio senza ipocrisie di suo marito Franco o, all’opposto, la maniera con cui difendeva da tigre sua figlia Rosella è stato lo specchio di un’era che finiva. Maria Sensi è stata sì moglie e madre di presidenti, ma soprattutto una tifosa. Pronta persino a scendere letteralmente in strada (in Via Allegri) per difendere la Roma da presunti torti arbitrali. Era il novembre 2002. Mille anni fa.

(Gazzetta dello Sport)

APP ROMAGIALLOROSSA.IT PER APPLE
APP ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID

© RIPRODUZIONE RISERVATA