Florenzi, l’incubo avanza: domani la verità sul ginocchio

53
CONDIVIDI

Martedì sera Alessandro Florenzi è rientrato a casa facendo leva esclusivamente sulle sue gambe. Nessuna stampella o persona che lo sorreggesse. Un particolare che probabilmente vuol dire poco (non è una novità riuscire a camminare anche con i legamenti lesionati) dopo aver ascoltato ieri le considerazioni di Luciano Spalletti alla vigilia del match contro il Villarreal: «Florenzi? Può essere anche un bel guaio. Il rischio che questo trauma distorsivo gli abbia creato delle complicazioni esiste. Se temo una nuova operazione? A questo punto temo tutto, quando la sensazione del ragazzo non è buona, ho paura di tutto». Anche perché le condizioni del calciatore nelle ultime ore non sono migliorate

RISCHIO GROSSO – «Quello che provo è malessere – ha spiegato il tecnico – Inizialmente si era fiduciosi ma questa mattina l’ho risentito di nuovo e la situazione era sempre la stessa, quella del giorno prima». Parole che sommate alle notizie che trapelavano ieri sulle condizioni del ginocchio sinistro del centrocampista, non lasciano presagire nulla di buono. Inutile girarci intorno: il timore per un nuovo intervento chirurgico, magari in artroscopia per valutare meglio la condizione dei legamenti operati già a fine ottobre, è dietro l’angolo anche se la certezza si avrà soltanto nella giornata di domani, dopo che il ragazzo si sarà sottoposto alla visita specialista a Villa Stuart dal professor Mariani che valuterà anche i nuovi esami strumentali delle ultime ore. Stavolta la Roma vuole agire con la massima cautela per evitare d’incorrere in scivoloni come accaduto proprio con Florenzi dopo il ko contro il Sassuolo («Segnali positivi, il ginocchio non si è gonfiato eccessivamente e il crociato risulta abbastanza stabile», fu la prima diagnosi a caldo del medico Del Vescovo). E proprio per questo motivo, almeno ufficialmente, il club dopo la nota di martedì non ha emesso nuovi bollettini medici ufficiali, limitandosi alle considerazioni di Spalletti in conferenza stampa. L’intento di prendersi altre 72 ore di tempo per valutare meglio le condizioni dell’arto appare chiaro. Tuttavia l’ansia emersa dalle parole dell’allenatore, lascia intendere come la preoccupazione all’interno della Roma per un nuovo intervento ai legamenti del ginocchio sinistro del calciatore sia grande.

(Il Messaggero – S. Carina)

APP ROMAGIALLOROSSA.IT PER APPLE
APP ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID

© RIPRODUZIONE RISERVATA