Di Fra, col Sassuolo revival e shopping

193
CONDIVIDI
Eusebio Di Francesco

(Leggo – F. Balzani) Sassuolo, provincia di Modena e feudo di Di Francesco per 5 bellissime stagioni. Qui si fermerà il treno della Roma per prendere il punto salva podio e concludere un campionato a tratti esaltante. Ma Sassuolo è pure terra di incroci e scambi tra il club di Squinzi e quello di Pallotta (che ieri ha approvato l’aumento di bilancio fino a 115 milioni). Oltre al tecnico dei miracoli, che nel 2016 portò l’Europa League al Mapei Stadium, le due società si sono scambiate nelle ultime cinque finestre di mercato ben 11 giocatori: Pellegrini, Defrel, Politano, Ricci, Antei, Mazzitelli, Sanabria, Cappa, Marchizza, Frattesi e Frascatore. I primi due sono passati in giallorosso a titolo definitivo per un totale di oltre 30 milioni, ma solo Lorenzo ritroverà il suo ex pubblico visto che Defrel è ancora out (in dubbio pure Under per una botta al costato rimediata ieri). Gli altri 9 della lista sono cresciuti con alterne fortune in un club che ha saputo valorizzarli.

A Sassuolo c’è aria di festa per la salvezza dei neroverdi e la qualificazione in Champions dei giallorossi. Ma al Mapei si parlerà anche di mercato, e visti i precedenti c’è da scommettere che qualche affare andrà in porto. Di Francesco, infatti, non ha mai smesso di corteggiare Berardi che dopo una stagione non esaltante ha visto abbassare il valore del suo cartellino. L’attaccante smania per andare via, e stavolta potrebbero esserci le condizioni per accontentarlo. Dopo Pellegrini un altro cavallo di ritorno potrebbe essere Politano come anticipato dal patron Squinzi qualche giorno fa: «Andrà alla Roma o al Napoli». E come aggiunge il giocatore: «Roma? Ne parlerò con la società da lunedì». Nella lista è finito nelle ultime ore pure Acerbi, in caso di cessione di Manolas.

Al Sassuolo potrebbero, invece, andare giovani in rampa di lancio come Antonucci e Corlu. Torniamo a Di Francesco. Il tecnico – che ieri ha visitato i piccoli pazienti del Bambin Gesù – mercoledì notte ha tenuto un discorso alla squadra durante la cena di fine anno a Santa Severa: «Questo deve essere un punto di partenza, finiamo al meglio la stagione». A Sassuolo, a casa di amici.

APP ROMAGIALLOROSSA.IT PER APPLE
APP ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID

© RIPRODUZIONE RISERVATA