Di Francesco: “Devo ridare certezze alla squadra, torno al 4-3-3” [VIDEO]

152
CONDIVIDI

CONFERENZA DI FRANCESCO – Eusebio Di Francesco, allenatore della Roma, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Chievo. Queste le sue dichiarazioni:

“E’ un giorno triste per me, è scomparsa una seconda mamma per me. Mi unisco al dolore della famiglia Sensi, ho un bellissimo ricordo. E’ una giornata triste per me e tutti i romanisti”.

L’anno scorso dopo la sosta un pareggio con l’Atletico e 5 vittorie consecutive. Avete bisogno di carburare?
Forse è il mio modo di lavorare con il tempo. Volevamo avere qualche punto in più, ma siamo in tempo per riprenderci quello che abbiamo lasciato.

Che partita si aspetta?
Sono abituati a questo campionato, vorranno fare risultato. Noi dobbiamo pensare solo ai 3 punti, è la partita più delicata e mi può dare tante indicazioni.

Cosa ha dato e cosa ha tolto la sosta?
Non abbiamo potuto lavorare con tutto il gruppo per migliorare. Abbiamo regalato 2 tempi e nelle ultime due e non siamo stati lucidi. I ragazzi però hanno messo minuti nelle gambe e questo è positivo. Qualcuno ha anche fatto gol e questo darà maggiore carica.

De Rossi e Florenzi come stanno?
Entrambi recuperati, Florenzi dall’inizio. De Rossi devo decidere se giocherà dall’inizio ma sta bene.

Sui giovani.
Ho parlato di entusiasmo e desiderio di approcciarsi alle partite in un certo modo. Devono avere la possibilità di poter sbagliare. E’ la normalità che fa parte di un percorso di crescita. Devono essere sereni.

Totti dice che la Juve fa un campionato a parte. E’ d’accordo?
Sono d’accordo, la Juve è più forte perché ha 9 punti. Non è una novità, dobbiamo recuperare terreno ritrovando determinazione e cattiveria. Spero ci siano altri pochi momenti così negativi.

Pensa di tornare al 4-3-3 dopo gli esperimenti? I giovani possono essere risorse?
I giovani sono un’arma a doppio taglio. Sono valutazioni delicate. Da mezzala si giocano il posto Zaniolo-Pellegrini-Cristante. Hanno le caratteristiche per giocare in un certo modo vicino al centrale. Sono passate 3 partite, abbiamo fatto una partita e mezza abbondante con il 4-3-3. In questo momento devo ridare certezze alla squadra e quindi torniamo come dice qualcuno all’antico.

Chi ha giocato due partite in nazionale possono fare la terza?
Dzeko ha giocato più tardi rispetto agli altri. Ho parlato con i ragazzi, sono tutti motivati. Possono essere tutti della partita. Ci penserò poi dopo la partita di Madrid.

Si aspetta di più da un romano attaccato alla Roma come Pellegrini?
E questo lo aiuta o no? Va aiutato in questo momento, ma è un grande prospetto. Lo conosco bene, il suo valore verrà fuori.

Schick pronto per giocare dall’inizio?
Domani giocherà Dzeko, non gli chiederò nulla all’inizio. Ha avuto un problemino, ma sta crescendo. Sta meglio e deve ritrovare serenità. Quando giochi in certe piazze serve una grande forza caratteriale e Patrik è in crescendo da questo punto di vista.

APP ROMAGIALLOROSSA.IT PER APPLE
APP ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID

© RIPRODUZIONE RISERVATA