Italia: l’ombra di Ancelotti su Ventura anche in caso di qualificazione

158
CONDIVIDI
Carlo Ancelotti

Gian Piero Ventura, anche in caso di qualificazione al Mondiale, rischia fortemente il posto. E sullo sfondo appare Carlo Ancelotti. E’ questo lo scenario che si appresta a vivere la Nazionale italiana questa sera a San Siro contro la Svezia: vincere per 2-0 permetterebbe agli azzurri di andare in Russia, ma il Ct rischia di saltare.

L’attuale ct potrebbe concretamente salutare la panchina della selezione tricolore anche in caso di vittoria: troppo grosse le fratture nate nel corso degli ultimi mesi, con la sconfitta contro la Spagna che sembra aver minato il rapporto tra la Nazionale e il pubblico. Naturalmente, in caso di mancata qualificazione, l’esonero sarebbe una mera formalità: la Nazionale scenderebbe in campo in vesti ufficiali soltanto a settembre 2018 – data in cui inizierà la UEFA Nations League -, Ventura sarebbe messo alla porta quasi immediatamente, con gli sforzi che sarebbero tutti concentrati verso un Ancelotti attualmente senza panchina dopo l’esonero patito al Bayern Monaco.

A rischiare sarebbe anche il presidente della FIGC Carlo Tavecchio: il massimo dirigente del calcio italiano, difatti, potrebbe salutare a breve. L’ex patron della Lega Dilettanti, artefice principale dell’arrivo di Ventura in azzurro dopo l’addio di Conte, patirebbe una forte pressione da parte del presidente del CONI Giovanni Malagò, che proverebbe a convincere Tavecchio a dimettersi. È un bivio molto grosso, dunque, quello in cui si troverà tutto il movimento calcistico del nostro paese, chiamato ad incamminarsi verso un sentiero ben definito a prescindere dall’esito della sfida milanese di questa sera. Tutto ciò, lo speriamo, con una qualificazione ai prossimi Mondiali.

APP ROMAGIALLOROSSA.IT PER APPLE
APP ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID

© RIPRODUZIONE RISERVATA